SIENA: LE ELEZIONI DEL RETTORE IRREGOLARI?

Irregolarità nelle elezioni del rettore dell’università di Siena Angelo Riccaboni. Una nuova tegola per l’ateneo senese che sta vivendo un inizio di anno accademico non certo tra i più tranquilli della sua secolare storia. Tra proteste e tagli arriva ora la notizia di un’indagine scattata dopo il ricorso al Tar della professoressa Annunziata Cozzolino nel quale si chiede l’annullamento delle elezioni … Continua a leggere

LE COLLINE SUL CORRIERE

Le colline di Sansepolcro, ritratte in molte opere di Piero della Francesca hanno catturato anche l’attenzione dei taccuini del Corriere della Sera. Non solo per la loro indiscussa bellezza resa celebre dalle opere del grande pittore, ma soprattutto per il progetto di costruire delle villette in quell’area. Sul banco degli imputati il piano strutturale messo a punto dell’amministrazione comunale che, … Continua a leggere

PROPRIETA’ NOSTRA

Fare un bilancio di questo 2009 non è semplice. Soprattutto perchè si rischia di cadere nel banale, riempendosi la bocca con crisi, escort e trans e allontanandosi dalle questioni vere. Proprio come sta facendo la politica italiana in questi giorni. Sarei curioso di sapere quanti cittadini comuni (scusate la semplificazione) riescono realmente a capire il dibattito politico di queste ultime … Continua a leggere

IL MONDO VISTO DA COPENHAGEN*

Non è mai facile avere uno sguardo globale. Sapere che è stata superata la simbolica soglia di un miliardo di persone sottonutrite – nonostante le quantità sufficienti di cibo prodotto nel mondo e le promesse di aiuti che si ripetono a ogni vertice – non ci aiuta a moltiplicare per un miliardo la nostra sollecitudine a contatto con un solo … Continua a leggere

GO AWAY FROM AFGHANISTAN

Obama ha detto che la guerra in Afghanistan è una guerra giusta. Bush si è impossessato di lui. Speriamo che qualcuno riesca a fare uscire dal suo corpo questo spirito maligno. Sta tradendo i suoi elettori. Un premio Nobel per la pace doveva ritirare le truppe dall’Afghanistan. Perchè la presenza in Afghanistan delle truppe Americane, come di quelle di tante … Continua a leggere

NO, WE MUSTN’T

  “Mi sento male per il presidente, ma peggio per i soldati che andranno a morire. Sono triste per le loro famiglie e i loro amici che non li vedranno più tornare a casa. Se Obama non cambia idea sarà il suo Vietnam”. Così il cineasta Michael Moore boccia senza mezzi termini la strategia della Casa Bianca sull’Afghanistan, definendola “folle” … Continua a leggere